Browsing All posts tagged under »Riflessioni scorrette«

Fiducia

luglio 21, 2011

5

Di Gabriele mi fido. So bene che può farmi male più di chiunque altro, perché ha dalla sua parte quella risorsa rara che è la giovinezza. Eppure di lui mi fido. I giovani sanno essere oltremodo spietati, pur senza volerlo. Sono stata una ragazzina capricciosa anch’io, spezzavo cuori a destra e a manca, calpestavo presunte […]

Mezzi di trasporto

gennaio 24, 2011

2

Drino: Dovresti cercare di capire perché hai così tanto successo con gli uomini e se gli uomini con cui hai successo hanno un comune divisore e se tali elementi sono effettivamente le caratteristiche che cerchi in un ragazzo o no. Julie: Non posso decidere a priori di chi innamorarmi, fare un’analisi comparata dei miei corteggiatori. […]

Divisione e gioia

novembre 22, 2010

4

Il vantaggio del provare dolore fisico è che ti permette di concentrarti su di esso e di non far caso al dolore interiore. Un dolore nuovo e palpabile copre un dolore antico ed astratto. E’ come estraniare o dividere da se stessi una parte irrimediabile di sé, lasciando spazio a qualcosa che davvero potrà guarire […]

Ti capisco quando dici che rivuoi indietro le tue bambole

novembre 6, 2010

1

Troppo ottimismo. Non a caso, il gioco è bello finché dura poco. Ricoprire il ruolo del diversivo rischia di renderti più importante di ciò che vorresti o dovresti essere – ti esacerba dal tuo vero ruolo. Oppure, più semplicemente, rischi di essere declassata a un misero pretesto che l’altro ha trovato per non soccombere allo […]

Talkin’ ‘bout my generation

settembre 21, 2010

5

E’ tutta colpa di Milano. Claustrofobica. Sintetica. Ambiziosa. Lasciva. Pretenziosa. Inospitale. Sbrigativa. Morbosa. Asettica. Certi fine settimana, in certi locali, sembra di essere stati inghiottiti da un brutto incubo. La nostra generazione di quasi-trentenni e poco-più-che-trentenni è di per sé predisposta allo sbandamento e, di certo, vivere la città non ci fa per niente bene. […]

Amore virtuale

settembre 17, 2010

3

Il trovarsi al di là dello schermo rende tutto più semplice. E’ sufficiente premere un bottone per lasciarsi tutto alle spalle. Specularmente, basta premerlo nuovamente per ritrovarsi catapultati in un surrogato di relazione. Stare al di là dello schermo permette di giocare fino in fondo, senza correre il rischio di restare feriti o ferire e subirne le conseguenze in termini di senso di colpa. E’ possibile innamorarsi e disinnamorarsi ogni volta, scegliere un amante in base al proprio umore o tenere in piedi, in parallelo, una pluralità di […]

Odio l’estate

settembre 1, 2010

3

Ho sempre considerato l’estate come una perdita di tempo. In genere, l’avvento di questa stagione è per chiunque foriero di buoni propositi, aspettative, entusiasmi e speranze. Per chiunque tranne che per me. Una stagione inutile. Un’illusione bella e buona. Se mai c’è stato un momento in cui ho considerato l’estate un periodo di una qualche utilità è stato […]