Browsing All posts tagged under »Please forget«

Spooks

dicembre 24, 2010

5

Si avvicina Natale. Gli spettri mi aspettano al varco. Una volta incontrato il cartello giusto, a meno da un kilometro da casa, subito vedrò loro. Li farò salire in macchina. Resteranno appollaiati sulla testiera del letto o mi faranno il solletico ai piedi, la notte. Mi guarderanno mangiare al pranzo di Natale. Saranno seduti su […]

Please don’t put your life in the hands of a rock’n’roll band who’ll throw it all away

novembre 29, 2010

2

Com’è noto, dopo ogni caduta ci si rialza. Lei, la moto è quasi bella quanto prima. E’ già la seconda volta che vado giù in garage e l’ammiro. Accarezzo i piccoli graffi, le sue ferite nel metallo e mi pare un’estranea. Da quando l’ho riportata a casa non è più uscita da quello spoglio parallepipedo […]

Disco labirinto

novembre 15, 2010

3

Invecchiare è così. E’ come convergere progressivamente verso l’adolescenza. Non ci sono più mezze misure. O si rifiutano rigidamente determinate situazioni o ci si fa investire energicamente dalle stesse. Forse perché davvero non si ha nulla da perdere e le opportunità si riducono all’osso e allora bisogna arraffare tutto il possibile. Non mettevo piede in […]

Ti capisco quando dici che rivuoi indietro le tue bambole

novembre 6, 2010

1

Troppo ottimismo. Non a caso, il gioco è bello finché dura poco. Ricoprire il ruolo del diversivo rischia di renderti più importante di ciò che vorresti o dovresti essere – ti esacerba dal tuo vero ruolo. Oppure, più semplicemente, rischi di essere declassata a un misero pretesto che l’altro ha trovato per non soccombere allo […]

L come lontananza

agosto 5, 2010

0

Le mie previsioni erano corrette. Dopo il ritorno di L – e soprattutto dopo il mio di ritorno – il legame tra noi due si è definitivamente sfilacciato. Siamo sempre più estranei e lontani e completamente avulsi l’uno dalla vita dell’altra. Io non sarò mai abbastanza per lui. Lui non potrà mai darmi neanche un’infinitesima […]

Vento

luglio 9, 2010

0

Il traghetto si allontana dalla terraferma, il vento mi scompiglia energicamente i capelli. Sul ponte di poppa, la sua forza è maestosa e commovente. Non mi basta più la bellezza statica e discreta della natura. Riescono a smuovere qualcosa dentro di me soltanto la vistosità, la forza, l’esagerazione. Se sapessi ancora farlo, adesso piangerei. Sento […]

Quel battito che il mio cuore ha saltato

giugno 14, 2010

0

Più passano gli anni, meno siamo portati alla sofferenza. Tutto il dolore che abbiamo sofferto – o creduto di aver sofferto – in passato, era allora superabile in maniera inversamente proporzionale alla nostra età. Più eravamo giovani, più ogni delusione, obiettivo non raggiunto o sentimento non corrisposto, per quanto apparentemente insopportabili, riuscivano ad esserlo solo per  pochi […]