Browsing All Posts published on »novembre, 2010«

Please don’t put your life in the hands of a rock’n’roll band who’ll throw it all away

novembre 29, 2010

2

Com’è noto, dopo ogni caduta ci si rialza. Lei, la moto è quasi bella quanto prima. E’ già la seconda volta che vado giù in garage e l’ammiro. Accarezzo i piccoli graffi, le sue ferite nel metallo e mi pare un’estranea. Da quando l’ho riportata a casa non è più uscita da quello spoglio parallepipedo […]

Buchi neri

novembre 26, 2010

3

Edoardo è un buco nero. Lui riesce a far sparire qualsiasi cosa di buono. Non lo fa di proposito, si tratta di una conseguenza naturale: è nella sua natura rovinare ogni cosa. Il suo è un male di vivere atavico. E’ il retaggio a cui appartiene ad averlo divorato. Edoardo l’avevo conosciuto a gennaio a […]

Divisione e gioia

novembre 22, 2010

4

Il vantaggio del provare dolore fisico è che ti permette di concentrarti su di esso e di non far caso al dolore interiore. Un dolore nuovo e palpabile copre un dolore antico ed astratto. E’ come estraniare o dividere da se stessi una parte irrimediabile di sé, lasciando spazio a qualcosa che davvero potrà guarire […]

Crisi

novembre 22, 2010

1

Ho avuto un incidente in moto e non l’ho detto a nessuno. Nulla di grave, a parte una moto distrutta. Lei che mi portava sempre via dalle delusioni, dalle mie malinconie, dalle mani di uomini che ho scordato, da snervanti giornate nel quartiere finanziario, dalla noia, da locali assordanti e strabordanti di vuoto. Lei, ora, […]

Non perderti per niente al mondo lo spettacolo d’arte varia di una innamorata di te

novembre 17, 2010

3

Rieccoci. A perseverare nell’errore. Fuori piove un mondo freddo, come cantava Paolo Conte. Dentro, siamo io e lui, seduti uno di fronte all’altra, un tavolino e delle pietanze tra noi. Il Commercialista non sa usare le bacchette e mi piace ancora di più quando si rivela maldestro. Io, invece, ho un metodo tutto mio, imparato […]

Disco labirinto

novembre 15, 2010

3

Invecchiare è così. E’ come convergere progressivamente verso l’adolescenza. Non ci sono più mezze misure. O si rifiutano rigidamente determinate situazioni o ci si fa investire energicamente dalle stesse. Forse perché davvero non si ha nulla da perdere e le opportunità si riducono all’osso e allora bisogna arraffare tutto il possibile. Non mettevo piede in […]

Catarsi e nebbia

novembre 12, 2010

1

Io e Pascal siamo seduti sul divano. La televisione sta trasmettendo una puntata di CSI. Non c’è l’audio. Nessuno fa caso alle immagini sullo schermo: lui si guarda intorno e io fisso la bottiglia di birra quasi vuota che c’è sul tavolino. Mi ha fatto piacere rivederti. Scopare con te è catartico. Mi svuota di […]