Happiness is a warm gun

Posted on maggio 27, 2010 11:50 am

0


Io e Andrew abbiamo avuto una disputa sul significato di una canzone dei Beatles. Andrew aveva ragione e io avevo torto, eppure, per il puro piacere di provocarlo, ho continuato a sostenere la mia tesi. Come si fa a provocare una persona con un pretesto così insignificante? Andrew ama i Beatles (quasi quanto li amo io), adora aver ragione (addirittura più di me) e il testo della canzone era così provocatorio che mi piaceva far finta di averne frainteso il senso.

Qualche ora dopo, io e Andrew ci eravamo rifugiati in quella dimensione soltanto nostra – la luce del pomeriggio filtrava colorata attraverso le tende e rendeva l’atmosfera rarefatta e rilassante – e lui mi ha detto con serietà, con la sua voce profonda ed irrimediabilmente sensuale: “Vedi Julie, il senso della canzone è più che evidente” e, accarezzandomi delicatamente, ha iniziato a cantare: when I hold you in my arms/and I feel my finger on your trigger/I know nobody can do me no harm/because happiness is a warm gun. Non ho avuto altra scelta che quella di arrendermi.

Annunci
Posted in: Andrew